firsttime

APERTA

TIM Challenge
for Circular Economy

IscrivitiIscriviti

Con la TIM Challenge for Circular Economy, aperta a startup, PMI e scaleup nazionali e internazionali, cerchiamo soluzioni innovative e sostenibili che aiutino TIM a valorizzare gli sprechi per tramutarli in valore, attraverso l’uso più efficiente di risorse e materiali già disponibili.


24 NOVEMBRE 2021

Apertura candidature

24 GENNAIO 2022

Chiusura candidature

25 GENNAIO – 28 FEBBRAIO 2022

Selezione proposte

Obiettivi e contesto di riferimento

TIM, attraverso TIM WCAP – il Programma di Open Innovation del Gruppo che favorisce opportunità di business e di collaborazione con le startup, PMI e scaleup – lancia la TIM Challenge for Circular Economy.

La Challenge, aperta a startup, PMI e scaleup nazionali ed internazionali, ha lo scopo di individuare una o più soluzioni innovative e sostenibili che aiutino il Gruppo TIM a intervenire sugli sprechi che fisiologicamente si generano nell’attività aziendale al fine di trasformarli in valore.

Le soluzioni innovative e sostenibili potranno riguardare uno o più tra i seguenti ambiti:

  • i rifiuti speciali civili e industriali con un particolare focus su: batterie, apparecchiature fuori uso (materiale RAEE), legno, plastica, carta, vetro, ferro e acciaio;
  • le infrastrutture industriali e civili, quali la rete fissa, la rete mobile, i data center, gli uffici aziendali;
  • le risorse, i materiali e i beni strumentali, quali, per esempio, apparati di rete e server, rame;
  • i prodotti destinati al consumatore finale quali, per esempio, smartphone, telefoni, tablet, modem, decoder e altri device.

Le soluzioni proposte dovranno dimostrarsi capaci di intervenire efficacemente su una delle diverse tipologie di spreco che si possono generare nella conduzione delle operations aziendali: 

  • Spreco di risorse, materiali e componenti di valore: 
    • oggetto: risorse, materiali e componenti che potrebbero essere oggetto di recupero; 
    • obiettivo: riduzione dell’uso, riutilizzo, riciclo, upcycling, estrazione di componenti per la generazione di materie prime seconde;
  • Spreco di cicli di vita: 
    • oggetto: prodotti che raggiungono prematuramente la fine del loro ciclo di vita e che potrebbero essere ancora utilizzati; 
    • obiettivo: creare servizi manutenzione, riparazione, rigenerazione o rifabbricazione per la re-immissione nel mercato;  
  • Spreco di capacità: 
    • oggetto: prodotti e asset sottoutilizzati o inutilizzati; 
    • obiettivo: generare valore attraverso la comproprietà, la condivisione, il co-utilizzo e altre forme di messa in comune delle risorse;

Premio

Le Proposte che risulteranno vincitrici avranno la possibilità di negoziare un accordo di collaborazione con il Gruppo TIM. Resta inteso che (i) la definizione e sottoscrizione dell’accordo di collaborazione è subordinata all’esito positivo delle opportune verifiche previste ed effettuate da parte di TIM e che (ii) TIM non sarà comunque obbligata all’avvio di alcun tipo di collaborazione con le Società selezionate.

Le modalità di collaborazione industriale e/o commerciale e le modalità di gestione degli aspetti di proprietà intellettuale nonché il corrispettivo saranno definiti successivamente alla selezione dei vincitori e verranno regolate da successivi accordi da negoziare in buona fede tra le parti a valle della conclusione dell’iniziativa.

TIM si riserva inoltre la possibilità di valutare eventuali investimenti nelle società selezionate tramite TIM Ventures, il proprio strumento di Venture Capital, laddove vi sia una significativa aderenza della soluzione proposta dalle società selezionate rispetto alla strategia industriale del Gruppo.

Criteri di Selezione

I partecipanti alla challenge possono essere società italiane e internazionali, startup, piccole e medie imprese e scaleup che soddisfano i seguenti criteri di ammissibilità:

  • costituite da almeno 2 anni fino ad un massimo di 10 anni;
  • con un fatturato dell’anno 2019 o 2020 maggiore di €100.000, o con finanziamenti complessivi ricevuti maggiori di €1 milione;
  • che presentino un progetto digitale innovativo che faccia leva sui propri prodotti o servizi digitali e che abbia un livello di maturità tecnologica maggiore di 6 in coerenza a quanto previsto nell’Allegato Technology Readiness Level.

Valutazione delle proposte

La challenge resterà aperta dal 24 novembre 2021 al 24 gennaio 2022.

Per qualsiasi necessità tecnica o organizzativa, l’Organizzazione si riserva il diritto di cambiare la data di inizio e di chiusura della challenge, dando informazione ai Candidati.

Le proposte dei candidati saranno valutate da una giuria qualificata. I membri della Giuria hanno esperienza nel mondo dell’Innovazione, della sostenibilità e dell’ICT.

La Giuria valuterà le Proposte presentate dai Candidati a sua esclusiva e insindacabile discrezione, in base ai criteri di valutazione stabiliti nel Regolamento.

I candidati devono accettare il Regolamento della Challenge e relativa informativa, flaggando la specifica sezione dedicata sul sito web e dichiarando di aver letto le privacy policy.

La Giuria analizzerà e valuterà tutti le Proposte presentate dai Candidati secondo i seguenti criteri di valutazione nonché in ragione del Technology Readiness Level.

  • Aderenza alla Challenge secondo quanto previsto all’Articolo 5 del Regolamento.
  • Innovatività della soluzione;
  • Fattibilità economica
  • Fattibilità tecnica
  • Applicabilità su larga scala della soluzione proposta e la sua esportabilità su tutto il territorio nazionale;
  • Certificazione della filiera che attesti il livello effettivo di recupero nel caso si tratti di una soluzione mirata al recupero di beni, risorse, materiali e componenti.

La challenge non costituisce una manifestazione a premi in quanto si pone unicamente come obiettivo l’individuazione di soluzioni innovative e sostenibili che possano aiutare il Gruppo TIM a intervenire sugli sprechi.

Termini e Condizioni

Downloads

#TIM4CircularEconomy


APERTA

TIM Challenge
for Circular Economy

IscrivitiIscriviti